DONE Il len dal circ – gelostellato

Il len dal circ

Il len dal circ

Rivant a Talmassons de Napoleoniche, di Codroip, ma zirant inte strade blancje, chê che dopo e salte fur li dal campo, tu lu viodis di lontan, di bessôl, sul ôr dal rivâl, che al pâr un contorsionist di chei dal circ; al è li che al regale il sô spetacul, che noaltri o savin jessi fat di fuarpis di vît e sieis, che i àn corût intor dilunc i agns, fasintlu patî, ma nus plâs pensâ che cumò al sedi dome biel, chest len, di cjalâ sentâts sul cifon de canalete, spelant cu la britule un miluç o un naranç.
***
Giungendo a Talmassons dalla Napoleonica, da Codroipo, ma svoltando nella strada sterrata, quella che sbuca vicino al campo sportivo, lo si vede da lontano, solitario, sul ciglio del fossato, che sembra un contorsionista circense: sta lì a regalare il suo spettacolo, e no sappiamo che è fatto di cesoie e seghe, che gli hanno corso addosso lungo gli anni, facendolo soffrire, ma ci piace pensare sia solo bello, ora, quest’albero, da guardare seduti sul cemento, sbucciando con la roncoletta una mela, o un’arancia.

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.