Febbraio 2015

Le giornate si sono allungate. Si stiracchiano senza sbadigliare, paiono gettarsi lontano, quanto le nuvole fanno accentando i campanili. Come gentilezze gettate a manciate dentro un letto scomodo ti lasciano spazio, dicono al buio di farsi da parte: senza farsi

I profili sono le mani delle cose d'esse prive,  I comignoli scheggiano i tetti, i perdigiorno pitturan le città; Le metà dei terzi contano i secondi sommano uno, poi ricominciano. In tutto questo merito,  cerco una colpa da frustare,  cavalcare, stringer le briglie per farla sanguinare sputare

C'era un tramonto, ieri. Uno così, come ne vedo tanti dietro casa, per la fortuna che la sorvola, di polveri rosse e nuvole spesse. Non come quelli di giugno, inarrivabili, ma per certi versi più caldo, nonostante il freddo, fatto