Gusci

Gusci

E ora che,
Per la prima volta è primavera 
Per tutti voi, cuciti
All’incantesimo dei narcisi e delle primule, 
O allo sprezzo esplosivo delle magnolie. 
Solo per voi che non siete
Rimasti fuori, 
Senza gambe, senza braccia, 
Senza mani per battere sul vetro,
Senza occhi per lasciare uscire la malinconia
O entrare un raggio
Di luce,
Briscola
O bicicletta;
Ora che è facile 
Insegnare l’inutilità 
Ai germogli,
Non mi resta che il guscio 
Di noci 
E coleotteri.

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.