Acrobati, missili e immensi draghi.

Acrobati, missili e immensi draghi.

Andremo via,
Acrobati aggrappati alle cannucce
E le suole a far presa
Sul tintinnio del ghiaccio.

Saremo mani di colore nella camera
D’aria
Di una bicicletta che ha fatto il giro del mondo
Con una sola pedalata.

Costruiremo pianeti di vestiti
Stropicciati
E i missili per andarci.

Avremo tempo da infilare
Di nascosto
Nelle mutande del tempo
Mentre gli rubiamo i fremiti,
Le ore
E tutte le perplessità.

E cresceremo le fauci
Di un drago immenso, inselvatichito
Che vive in un mare di tenerezze,
Confuso dai più,
Ma da noi domato.

Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.