L’equilibrio

L’equilibrio


Sono giorni che cerco tasche
Che mi stiano in equilibrio
Sugli abiti
O nelle guance
Come un sorriso
O una nuova ruga
Le ho cercate
Come si cerca di fuggire
O di vincere
O di riconoscere le stelle e i loro nomi
Stufi quasi subito
Anche del firmamento migliore.

E ho cercato l’equilibrio
Sui pali della luce
Sui bordi
Delle vasche da bagno
E delle figurine
Succhiate dal tempo
E dalle impronte
Che spalancano porte
Per chiudere dentro l’ansia

E dei fili poi
Che dire
Loro che piombano
A dirotto sui terreni
Cadendo dalle armature
Equilibri da cercare in un cantiere
Che demolisce crucci
E puntella le macerie

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.